WEATHER - LOCAL TIME
Hotel Weather Main Image
C
12:00 AM
Today
Hotel Weather Image
- C
Thu 15-11
Hotel Weather Image
- C
Thu 15-11
Hotel Weather Image
- C
CHECKIN: DAYS: ADULTS: CHILDREN:
Cyclades KEA HOTEL
Cyclades KEA HOTEL
Cyclades KEA HOTEL
Cyclades KEA HOTEL
Cyclades KEA HOTEL
Cyclades KEA HOTEL

COME ARRIVARE


Kea

È una delle più grandi isole delle Cicladi ma anche quella più vicina ad Atene, a soli 60 minuti da Lavrio e a pochi chilometri dall’aeroporto E.Venizelos. È piena di spiagge dorate perimetramelnte all’isola, con acque verdi-azzure ma anche molti luoghi di sogno, vi invita di “scoprirla”!

I traghetti verso Kea partono ogni giorno dal porto di Lavrio e la durata del viaggio è appena di un’ ora. L’isola di Kea è anche collegata con i porti di Kythnos e Syros.

Con la macchina
Potete giungere Lavrio sia tramite la tangenziale Attica verso Markopoulo, sia tramite la strada costiera Pseidonos e quella di Atene-Sounio.

Dalla stazione ferroviaria Larissis
Dalla stazione ferroviaria si trova la stazione della metropolitana. Scendete a Omonia e poi risalite alla stazione elettrica verso Kifissia. In seguito, scendete alla prima fermata (Victoria), camminate al in circa per 100m fino a Campo di Marte dove troverete gli autobus regionali (KTEL), i quali partono verso Lavrio ogni mezz’oretta.

Dall’aeroporto Eleftherios Venizelos
Dall’aeroporto c’è la corriera che giunge Lavrio verso Markopoulo Attica.

Da Atene
Dalla piazza centrale di Omonia prendete la ferrovia elettrica e scendete alla fermata Victoria, poi camminate per 100m fino a Campo di Marte dove troverete gli autobus regionali (KTEL), i quali partono per Lavrio ogni mezz’ora. C’è anche l’itinerario quotidiano che giunge Lavrio tramite la tangenziale Attica.

Dal porto di Pireo
Usando la ferrovia elettrica scendete alla fermata Victoria, camminate per 100m fino a Campo di Marte dove troverete le corriere regionali (KTEL), le quali partono per Lavrio ogni mezz’ora.

 

Arrivando a Kea, Pisses si trovano nel lato ovest quasi al centro dell’isola, quindi si da per scontato che sia il punto di partenza ideale per la vostra pellegrinazione.
Allore, avviatevi da Pisses e scoprite Tzia!

 

Seguendo la strada da Pisses verso Panagia Kastriani


Ioulida
L’immagine di Ioulida con le case bianche di campagna cicladica, costruite e disposte ad anfiteatro sopra tre colline, resterà per sempre nella vostra mente. Ioulida o Chora, il capoluogo dell’isola ha molti posti da visitare. Lasciate vostra macchina al parcheggio e proseguite da Rokomeno la strada in salita che arriva alla piazza della Piazza dei tassi, nella quale troverete vari negozi. Attraversando il tetto, scegliete quale tragitto seguirete per iniziare la vostra passeggiata tra i vicoli lastricati del capoluogo, fare un giro per i negozi pittoreschi e ammirare i monumenti.
Vagate per tutti i quartieri, Kastro, Katochori, Mesada, Panochori. Visitate il castello (Kastro) del quale restano solamente alcune parti, il tempio di Santo Charalambos (santo patrono dell’isola), il museo archeologico, due splendidi edifici di stile neoclassico, il palazzo municipale e l’edificio che nel passato funzionava come scuola, tutti e due disegnati da Ernst Tsiller, il Leonta di Kea o Lionta, scolpito sulla roccia che risale ai tempi arcaici (6° sec. a.c.), la fontana neoclassica di Beniamin, come anche la cattedrale di Ioulida, L’Annunciazione della Vergine (Dimotikia).

Korissia
Il porto di Korissia
o Livadi (come viene chiamata dalla gente del posto), è un piccolo agglomerato tradizionale cicladico, nel quale oltre la varietà dei negozi che troverete per fare i vostri acquisti ma anche per gustare il vostro caffè, il vostro pranzo e le vostre bevande, nel molo si estende anche una spiaggia sabbiosa che sbalordisce per le sue acque pulite, nelle quali potete nuotare. All’interno dell’agglomerato urbano di Korissia, potete vedere anche l’industria Emajè, la quale fu molto importante per l’economia dell’isola quando funzionò dal 1927 al 1957. Molti dei suoi macchinari sono stati conservati e oggi sono esposti all’adiacente spazio comunale, vicino all’industria. Circa un chilometro e mezzo, dopo Korissia, si trova Gialiskari, una delle più frequentate e ben organizzzate spiaggette dell’isola che con i suoi alberi (eucalipti) offre una piacevole ombra mentre sul pendio del colle, si estende l’omonimo agglomerato urbano.

Vourkari
Vourkari
è un piccolo bel paesino litoraneo. Nella sua baia ormeggiano decine di scafi di piacere, velieri, mentre molto spesso è l’ultima destinazione di gare di vela. Facendo la vostra passeggiata lungo il mare troverete molti caffè, ristoranti, bar, negozi di souvenir e gallerie d’arte. Di fronte a Vourkari si trova la penisola di Santa Irini. Visitate l’omonima chiesetta ma anche il sito archeologico che è molto notevole. Nella zona più estesa, vedrete lo stretto di Lampro Katsoni, un posto ormai abbandonato che si chiama “Kokka” ed il faro di San Nicola. Proseguendo sul lato orientale da Vourkari, a circa 3 chilometri, spunta la belissima spiaggia con la fitta piantagione e l’omonimo agglomerato urbano di Otzia. Nella spiaggia ben organizzata di Otzia con la sabbia dorata, troverete beach bar e tavernette. Pochi chilometri dopo, sarete incantati dal immagine del convento di Panagia Kastriani sulla suggestiva collina. L’atmosfera e la vista da Panagia Kastriani è un spettacolo veramente unico!

 

 

This post is also available in: Inglese, Greco